Passer au contenu

Pays

Aéroport Brest Bretagne Aeroporto (2007)

translation missing: fr.product_price.price.original €12,00 - translation missing: fr.product_price.price.original €12,00
translation missing: fr.product_price.price.original
€12,00
€12,00 - €12,00
translation missing: fr.product_price.price.current €12,00
translation missing: fr.product_price.price.tax_line_html

Nel 1917, l'America entrò in guerra. I convogli di truppe e di equipaggiamento devono essere protetti dagli attacchi dei sottomarini tedeschi. Le marine francesi e americane scelgono di basare la loro scorta e di attaccare i dirigibili nell'estrema (e paludosa) punta dell'Europa nell'Atlantico: nasce la base di Brest-Guipavas.
Il primo aeroclub del Finistère vi fu creato nel 1930, ma solo nel 1937 fu inaugurato il primo vero aeroporto o aeroporto "verde" per il traffico commerciale civile. Durante la seconda guerra mondiale, le forze di occupazione allungarono la pista e nel 1946 si poterono vedere le prime spedizioni aeree di fragole da Plougastel all'Inghilterra.
Air Inter ha lanciato il suo primo volo di linea regolare Parigi-Brest nel DC-3 nel 1961. Da allora, il traffico ha continuato a crescere fino a raggiungere un milione di passeggeri all'anno. La pista è stata allungata e oggi riceve 747 e AN-124. L'aeroporto rappresenta più di mille posti di lavoro diretti e le sue infrastrutture si sono adattate al traffico turistico, low cost, regionale e business.
Nel 2007 la Camera di Commercio di Brest ha messo in servizio un nuovo terminal che può ospitare fino a 1,4 milioni di passeggeri. La ditta Dietschy-Rey-Lesage-Weinmann di Mulhouse, in collaborazione con Archipole di Brest, è stata selezionata per un progetto innovativo a forma di manta.
Questo libro, pubblicato da Air Edition, ripercorre le varie tappe di questa storia attraverso un'iconografia particolarmente ricca.
Edizione Air
82 pagine - in francese